Assemblea Associazione Dirigenti Scolastici Piemonte

andis.gifASSOCIAZIONE NAZIONALE DIRIGENTI SCOLASTICI SEZIONE  REGIONALE DEL PIEMONTE

(scarica qui il documento)

L’assemblea ha accolto con favore il mantenimento dell’articolazione oraria su 40 ore settimanali con due docenti per classe, esplicitamente definita “a tempo pieno”, ampiamente diffusa e apprezzata nelle scuole primarie della nostra regione.

Il tempo pieno nasce e si caratterizza, peraltro, non solo come risposta alle esigenze sociali delle famiglie, ma anche, e soprattutto, come modello formativo improntato a una didattica “attiva”, partecipata, orientata all’inclusione e all’integrazione.

Proprio perché risorsa necessaria e costosa la compresenza deve essere conservata e assegnata alle scuole, evitando gli attuali ingiustificati sprechi, secondo criteri di equità e trasparenza: l’assemblea ANDiS Piemonte individua la quota utile e ragionevole di compresenza nella misura del 10% del tempo scuola complessivo

 

assegnato all’Istituzione Scolastica Autonoma, sulla base delle richieste formulate dalle famiglie. In tale quota del 10% devono essere comprese le compresenze derivanti da sovrapposizione di docenti, come nei casi già ricordati della lingua inglese e della religione cattolica, che ogni dirigente è in grado di calcolare con estrema facilità, al fine di evitare immotivate e deprecabili differenziazioni fra le diverse scuole.

 

E’ giusto eliminare gli sprechi, bisogna preservarne la qualità, valorizzando l’autonomia delle istituzioni scolastiche secondo criteri di equità e trasparenza. 

 

 

Assemblea Associazione Dirigenti Scolastici Piemonteultima modifica: 2008-12-19T15:11:00+00:00da nogelmini2008
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento