ORBASSANO – Giovedì 11 GIUGNO 2009 – ORE 20.45 SALA TEATRO SANDRO PERTINI, via dei Mulini 1

QUALE SCUOLA PER I NOSTRI FIGLI?

 

A settembre saranno evidenti gli effetti prodotti dai tagli della legge Gelmini.

Quale situazione nelle scuole elementari e medie del nostro comune a fronte di:

 

meno insegnanti

 meno tempo scuola

meno compresenze

meno qualità?

 

 

 

A parlarne con noi e a cercare possibili soluzioni sono stati invitati:

 

·        il sindaco Eugenio Gambetta

·        i dirigenti scolastici del I e II circolo didattico

·        la preside della Scuola Media di Orbassano

·        Andrea Appiano Presidente della IV^ Consulta Anci Piemonte “Istruzione, Cultura e Formazione Professionale”

·        I rappresentanti delle associazioni locali

 

Diamo voce ai protagonisti della scuola:

insegnanti, genitori, bambini, per costruire un quadro d’insieme sulla scuola della nostra realtà

ORBASSANO – Giovedì 11 GIUGNO 2009 – ORE 20.45 SALA TEATRO SANDRO PERTINI, via dei Mulini 1ultima modifica: 2009-06-05T16:17:00+00:00da nogelmini2008
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “ORBASSANO – Giovedì 11 GIUGNO 2009 – ORE 20.45 SALA TEATRO SANDRO PERTINI, via dei Mulini 1

  1. La serata di ieri è stata a mio avviso un momento importante, mi sono finalmente fatto un idea precisa su tutta una serie si aspetti che non sapevo valutare, e di conseguenza alcune delle riflessioni che ho maturato, vorrei condividerle con tutti. Riflessioni di carattere pratico, idee che potrebbero non essere attuabili, ma che per la mia ignoranza riguardante gli ordinamenti istituzionali non sò valutare, e quindi nello spirito di collaborazione che penso debba accomunarci, espongo nella spernza che amici genitori più informati di me possano valutare ed eventualmente ragionare sulla fruibilità del suggerimento.

    La prima riflessione riguarda la copertura di vigilanza durante l’orario mensa.
    Mi pare di aver capito che il tempo di sorveglianza durante gli orari di mensa, viene coperto da insegnanti che ovviamente erodono il loro monte ore settimanale da spendere in attività didattiche. Banalmente se questo orario venisse coperto da soggetti non facenti parte del corpo insegnante, si potrebbero avere ore spendibili per la copertura didattica in aula e una maggior compresenza degli insegnanti. La richiesta che ci si accinge a fare in sede comunale è quella di avere un’erogazione di danaro per poter pagare il personale (immagino dell’associazione che già oggi effettua il servizio di pre e post scuola). Siccome io sono sempre pessimista, e mi pongo nelle condizioni in cui il comune non sia disponibile ad aprire il borsellino, credo che si possa anche proporre delle alternative all’amministrazione comunale. Una proposta alternativa potrebbe essere quella di “suggerire” l’utilizzo concertato con le varie associazioni di volontariato che già oggi collaborano con il comune, ed ho in mente l’associazione dei pensionati (mi perdonino i nonni di Orbassano, ma non sò proprio il nome sotto il quale si sono costituiti) che si rendono disponibili per il controllo del traffico veicolare all’ingresso ed all’uscita di scuola. Pensando ad un’altra alternativa mi sono venuti in mente i nostri “baschi blu”, ovvero i membri della protezione civile. Il personale della protezione civile (utilizzato come coadiuvante delle forse di polizia municipale durante manifestazioni e mercatini), credo abbia anche una formazione che ben si sposerebbe con l’occasione della sorveglianza in mensa. Credo che in caso di necessità di primo soccorso, o di intervento per una qualunque necessità, non ci siano persone più adatte a gestire la situazione grazie alle loro esperienze ed alla loro formazione in protezione civile.
    Credo comnque che ci si debba presentare all’incontro con l’amministrazione comunale, offrendo una serie di possibili alternative rispetto la sola richiesta di fondi. Io sono convinto che l’obiettivo che ci si prefigge, possa essere raggiunto con la buona volontà della comunità, non solo con il portafoglio (costituito dai nostri soldi) gestito dal comune.
    Da cittadino mi sento comunque in dovere di ringraziare il Sindaco, gli assessori e la giunta comunale tutta, per l’apporto e l’attenzione che ci hanno concesso nella serata dell 11 Giugno.

    Forza mamme e papà, spremiamoci le meningi anche noi per i nostri bimbi!

Lascia un commento