ORBASSANO – I Bambini delle Elementari scrivono al Sindaco

volantino manifestazione 11giugno.jpgOrbassano 11 giugno 2010

 

Egr. Sig. Sindaco,

i nostri insegnanti ci hanno spiegato che in democrazia esprimere la propria opinione è un diritto fondamentale, ci hanno anche insegnato quanto sia importante esprimere le nostre emozioni e le nostre preoccupazioni.

Oggi, perciò, siamo felici di avere l’occasione di esporre le nostre idee al primo cittadino di Orbassano.

Abbiamo deciso di ritrovarci in piazza con i nostri genitori e con i nostri insegnanti perché vorremmo spiegarLe quanto sia importante per noi la scuola. Un luogo dove in questi anni abbiamo imparato non solo a leggere, a scrivere e a contare, ma abbiamo imparato a stare insieme, abbiamo fatto molte esperienze e condiviso tante emozioni.

In questo ultimo anno scolastico, però, abbiamo visto ridursi le occasioni per fare quelle esperienze pratiche che ci permettono di imparare sul campo, di incontrare esperti, di svolgere attività per piccoli gruppi.

Svolgere un’attività con un piccolo gruppo di compagni è un momento importantissimo perché ci permette di avere lo spazio per esprimere la nostra opinione, per confrontare le nostre idee, per collaborare con i compagni e per avere un’insegnante che si dedica a noi con maggior attenzione aiutandoci a superare le difficoltà e creando, quando è il caso, dei percorsi personalizzati che ci permettono di imparare tenuto conto delle nostre conoscenze e delle nostre capacità.

Ma le attività per piccoli gruppi, i laboratori, le uscite sul territorio, le visite d’istruzione sono possibili solo se trascorriamo a scuola tanto tempo, solo se abbiamo a disposizione i nostri insegnanti e solo se la scuola dispone dei finanziamenti per acquistare i materiali e le attrezzature necessarie ad una scuola moderna e all’ avanguardia.

Dal prossimo anno sappiamo invece che l’orario scolastico delle classi prime e seconde sarà ridotto; alcuni laboratori che finora sono faticosamente sopravvissuti rischieranno di essere definitivamente soppressi, come ad esempio quelli di educazione musicale e di informatica.

Nel laboratorio di educazione ambientale, che fa parte dei progetti sostenuti con i contributi comunali, si dovrà rinunciare a quelle attività che prevedono le uscite sul territorio, perché le insegnanti non avranno a disposizione le ore di compresenza per accompagnarci.

Le ore d’insegnamento della lingua inglese saranno ulteriormente ridotte e, come è già accaduto quest’anno ad alcuni nostri compagni, quando un’insegnante sarà assente si potrà essere smistati in altre classi, perché non ci sono i soldi per pagare una supplente.

Ma la scuola del domani non dovrebbe offrirci più opportunità, più scelta, più attività per aiutarci ad orientarci in un mondo sempre più complesso, più ricco di tecnologia e di informazioni?

I nostri insegnanti ci hanno spiegato che noi rappresentiamo il futuro e che la scuola è lo specchio della società. Ma una società che non investe nella scuola è una società che non investe sul suo futuro!

Speriamo Signor Sindaco che anche Lei condivida le nostre perplessità e si faccia portavoce delle preoccupazioni dei nostri genitori e dei nostri insegnanti.

La ringraziamo per averci offerto l’occasione per esprimere con allegria e spensieratezza le nostre opinioni.

 

 

I bambini di Orbassano

 

 

ORBASSANO – I Bambini delle Elementari scrivono al Sindacoultima modifica: 2010-06-08T21:42:31+00:00da nogelmini2008
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento