La Corte boccia parte della riforma Gelmini

ROMA  – La Corte Costituzionale ha dichiarato parzialmente illegittime le norme sui ‘tagli’ alla scuola che il ministro dell’Istruzione Mariastella Gelmini ha previsto a partire dal 2009-2010. I giudici della Consulta hanno di fatto salvato, ritenendolo di competenza esclusiva statale, l’impianto complessivo degli interventi contenuti nel decreto sullo sviluppo economico di cui, però, sono stati bocciati due punti: la definizione … Continua a leggere